Archivi tag: progetti

è successo!!!

Incredibile! Così all’improvviso… senza un vero perchè… mi trovavo al supermercato sotto casa (sì il dìxdì col tartufo, proprio quello!), ho afferrato la merendina che mi indicava Marti per scrutare al solito gli ingredienti per verificare che non contenesse glutine e… BAM! Di colpo non sono riuscita a mettere a fuoco le scritte mignon sulla confezione. D’accordo che sono particolarmente stanca, d’accordo che era particolarmente buio e le scritte particolarmente piccole e scritte in oro su sfondo bianco (ma lo fanno apposta?!!)… però il risultato era proprio quello: non riuscire a mettere a fuoco da vicino ovvero presbiopia che colpisce dopo i 40 anni il 99,9 % delle persone, cito Wikipedia:

La presbiopia si manifesta come difficoltà a mettere a fuoco da vicino: si ha difficoltà a leggere, a lavorare al computer, ecc. Questo avviene perché l’ampiezza accomodativa si è ridotta. Insorge mediamente attorno ai 40 anni e, secondo diversi studi, è minore in abitanti delle basse latitudini

Dunque, a parte l’ampiezza accomodativa e le basse latitudini tutto il resto mi è chiaro. Eppoi sono già un bel po’ di annetti che prendo in giro mariti e amici/che che allontanano il menù per tutta l’ampiezza accomodativa delle braccia piegando anche un po’ la testa all’indietro per scegliere che pizza ordinare dopo il cinema… Quindi conosco perfettamente il fenomeno. Solo che non me lo aspettavo, forse perchè l’essermi fatta operare sotto la cornea 10 anni orsono e l’aver definitivamente rinunciato agli occhiali dopo una vita da quattr’occchi pensavo mi avesse miracolato per sempre.

E invece no. Tutto subito sono scoppiata a ridere, ma poi ho iniziato a pensare al valore di un tale cambiamento nella mia vita e mi è sembrato mooolto interessante che fosse avvenuto proprio adesso. Ora non posso più guardare vicino vicino e nemmeno perdermi in quei minuscoli particolari che tanto piacciono a noi Vergini. Ora sono costretta a guardare lontano e “in grande” e ho già in mente un paio di “grandi” cose a cui guardare….

E’ successo quindi, nel senso di è il successo baby!


Annunci

6 commenti

Archiviato in caro diario...

Semini

Sarà che oggi c’è il sole, sarà che le giornate si allungano… ma mi sento pervasa da uno speciale ottimismo che riguarda i vari aspetti della vita quotidiana. Vedo tanti semini che presto germoglieranno (e questa volta giuro che il pollice assassino si asterrà dall’intervenire).

Partiamo dai ragazzi: ieri Fra ha dato la sua prima lezione di fisica (bada bene NON educazione fisica!!!!) guadagnando i suoi primi 10 euro onestamente (!!); ha capito che rende di più sfruttare la sua naturale facilità alla materia che il diploma da DJ e si sta organizzando in tal senso. Cami ha portato a casa una pagella nella quale aveva recuperato praticamente TUTTE le insufficienze tranne greco e si è messa seriamente a studiare le lingue morte. Marti oggi all’asilo per la primissima volta da settembre è entrata in classe e si è lanciata verso il gruppetto di bimbe in fondo all’aula dimenticandosi di salutarmi…. EVVVVVVVIVAAAAAA! Per me nulla è più desiderabile della felicità ed emancipazione dei miei 3 adorati semini piantati con amore su questa Terra.

Ma anche sul fronte domestico mi pare che stiamo seminando positivamente: Cristina è una signora molto volenterosa e attenta, gira per la casa con un’agenda dove si segna tutto quello che deve ricordarsi e ciò che mi vuole chiedere… prossimamente le regalerò un blackberry così potremo essere sempre connesse e aggiornate sullo stato di pulizia della casa!

Il versante professionale poi è quello che mi dà maggiori soddisfazioni, vedo molte aperture ed espansione di ciò che già c’era. Con le mie ragazze stiamo arrivando ad un grado di intesa e di risultati importanti e in crescendo. E poi, last but not least, IL semino di quest’anno, il mio progetto nel cassetto, nell’armadio, nella soffitta: venerdì ci sarà un incontro che sono sicura porterà a qualcosa di interessante.

Insomma questa sarà una primavera piena di fiori profumati… quasi quasi mi vado a comprare un paio di innaffiatoi, tanto per essere pronta…!

2 commenti

Archiviato in 2010, caro diario..., famiglia

Madame Bovary c’est moi!

Gustave Flaubert è considerato un grande scrittore e Madame Bovary compare spesso nelle liste dei romanzi più belli di tutti i tempi. Eppure non scriveva con facilità. Lavorava come un matto. Capitava che ci mettesse diversi giorni a buttare giù una sola pagina. A volte sbatteva letteralmente la testa contro il muro, come se volesse stanare le parole giuste dal loro nascondiglio nel suo cervello. Prendilo a modello la prossima settimana, Vergine. Puoi creare qualcosa di valore, anche se ti costerà molta fatica.

E in effetti sto facendo moooooltissima fatica. Lo “sFORMAto” non è riuscito benissimo… dovrò modificare un po’ la ricetta… Ma poi vuoi mettere?!! Madame Bovary c’est moi!!

8 commenti

Archiviato in 2010, caro diario...

Il dado è tratto

Direi che il primo passo è stato fatto. E si sa che il primo è sempre il più difficile, no?!

Il primo passo verso la realizzazione del progetto per il 2010, sì quello che comincia per F…. e finisce per ia! Domani altro passetto, ma ormai il meccanismo è innestato, l’idea ha preso forma (o ha preso FORMA?!!!)

Lo so sembra un linguaggio criptato, ma al momento è giusto così. Devo cercare di contrastare il mio istinto a comunicare, diramare, informare in tempo reale (difficile non farlo per un ufficio stampa…); ma questa volta provo a non disperdere troppo le energie parlando anzitempo, al contrario le concentro tutte su quello che Gollum chiamerebbe: “Il mio teSSSSSSSSSoro”!!

Sul prossimo numero la soluzione!

8 commenti

Archiviato in caro diario...