Archivi tag: giornalismo

Una firma per scarcerare le due giornaliste

 

reporters.jpgPetizione online per liberare Laura Ling e Euna Lee. Reporters sans frontiéres, in collaborazione con International Women’s Media Foundation, si sta muovendo in sostegno delle due giornaliste americane, trattenute dalle autorità nord coreane da più di una settimana. Sono detenute a Pyongyang con l’accusa di essere spie entrate illegalmente in territorio nord coreano. In realtà, le due giornaliste, accompagnate da una guida cinese e dal cameraman Mitch Koss, stavano lavorando a un servizio sul traffico delle donne tra Cina e Corea del Nord.

Non è chiaro però se abbiano o meno attraversato il confine coreano. Il cameraman era con le due giornaliste al momento dell’arresto, lo scorso 17 marzo, ma successivamente è riuscito a fuggire. La guida, invece, dovrebbe tuttora essere detenuta dalla polizia cinese. “Le autorità di Pyongyang – scrivono le due organizzazioni nella petizione online – non hanno ragione per trattenere o accusare le due giornaliste. Dovrebbero essere liberate subito”.

Petizione

Reporters sans frontiéres

International Women’s Media Foundation

4 commenti

Archiviato in giornalisti

come Michelle…

Non posso farci niente: mi è proprio simpatica. Eppoi dopo aver dichiarato di fronte a migliaia di studenti che lei a 45 anni non sa ancora cosa farà da grande lo è ancora di più.

Ecco cos’ha detto oggi alle 3.30p.m. local time:

p021109jb-0144_seatedsmiles-wFirst Lady Michelle Obama visited Howard University today, where she assured a crowd of college students that hey, it’s ok if you’re not sure exactly what you want to do with your life.
The question that I hate most that we ask of young people is, ‘What are you going to be when you grow up?’ And the truth is, I still don’t know, and I’m 45 years old,” she said. “All I know is that it’s important for you to be true to yourselves, not to worry too much about what other people are going to think or make of your choices, because everyone will question what you do and tell you you should’ve done it the other way.

D’accordo che a noi donne piace tanto giocare la carta del “non sono una tutta d’un pezzo” e che per fortuna sono passati gli anni ’80 in cui bisognava dimostrarsi arrivate ancora prima di essere partite… Ma insomma lei è un avvocato nero tostissimo moglie del primo presidente nero degli Stati Uniti. E non ha timore di ammettere indecisioni, cambi di rotta, incoerenze. Mi piace. E mi sento ancora più autorizzata a sognare la mia prossima vita a New York!!! Ahhh, the American Dream….

6 commenti

Archiviato in Uncategorized

Obama mi perseguita

Ecco il mio oroscopo di questa settimana secondo l’inarrivabile, incontestabile Brezsny:

VIRGO As Barack Obama’s inauguration day
approached, some astrologers were aghast that he would be taking the
oath of office when the moon was void-of-course. In their eyes, this
aspect is a bad portent for any new enterprise. If Obama would only
postpone the oath for 35 minutes, they said, everything would be fine. He
didn’t, of course. But then the improbable happened. Chief Justice John
Roberts, who was administering the oath, got the wording wrong, and
Obama went along with it. Scholars then speculated that the oath wasn’t
fully official. The next day, when the moon was no longer void-of-course,
Roberts and Obama re-did the ritual, making things right. And that’s how
an apparent mistake allowed Obama to elude the curse of superstitious
astrologers. A seemingly inconvenient delay in your own process, Virgo,
will bring an equally beneficent loophole for you.

UAUUUUUUUU!!!

3 commenti

Archiviato in Uncategorized