Ventitrè e non sentirli…

Ci svegliamo belli riposati e affamati. La colazione è, ovviamente, ricca e buonissima nel ristorante dell’albergo sulla nostra isoletta Skeppsholmen che ospita anche il Moderna Museet. Di buon mattino (vabbè per noi le 11 in viaggio è l’alba 😉) partiamo per una luuuunga camminata: la città vecchia, il Fotografiska (oooooohhhhh la meraviglia di quel museo), poi Sofo e dintorni (zona simil Soho) per poi concludere la serata al Tivoli, il luna park a Djurgârden per lo spettacolo di circo/burlesque La Soirée. Qui conosciamo due italiani da poco trasferitisi a Stoccolma che ci indicano i posti più carini da visitare e ci raccontano il magico mondo della società svedese facendoci venire voglia di trasferirci all’istante! Burocrazia snellissima, mezzi super comodi e puntuali (quasi nessuno usa la macchina avendo a disposizione bus, tram, traghetti e metro oltre a piste ciclabili ovunque), ci sono lavoro e ottimi stipendi e la sanità pubblica copre TUTTO sino ai 20 anni… Non paghi nemmeno gli occhiali… La maternità è equamente divisa tra i genitori e infatti vedi tantissimi papà che spingono passeggini multipli a tutte le ore del giorno… Insomma mi sono sentita come se in Italia vivessimo ancora nel Medioevo!
Finita la lezione di sociologia e geografia ci godiamo lo spettacolo che è fighissimo e scopro che si sposterà a Londra per l’inverno; mi piacerebbe un sacco portarci i ragazzi a dicembre, ma non so bene come far crescere velocemente Marti dato che è vietato ai 13…
Il giorno successivo perdiamo barche e bus, non riusciamo ad entrare all’Abba museum e ci facciamo beccare senza biglietto sul tram da veri italiani!!! Ma poi la giornata prende una piega inaspettata: ci facciamo l’abbonamento di 24 ore a TUTTI i mezzi di trasporto di Stoccolma (la carta si può fare ovunque anche al supermercato, dove tra l’altro puoi ritirare la posta e spedire pacchetti) e quindi ne approfittiamo per allontanarci in metro da Norrmalm -la zona moderna e commerciale che non ci piace per niente-e approdare all’Östermalm Saluhall (mercato coperto genere Eataly come prodotti prezzi e utenza) e alle eleganti vie limitrofe. Pranziamo al Teatergrillen in piazza Ingmar Bergman, un baruccio tondo e minuscolo con 4 tavolini in croce, e poi passeggiamo con lo sguardo all’insù ad ammirare le bellissime case che costeggiano la via centrale. Ancora un giro al Vasa Museum ad ammirare un vascello del 1600 affondato a pochi minuti dal varo e la sera abbiamo prenotato al bistro del Berns dove ci hanno riservato un tavolino strategico, tutto romanticismo e candele! Ultimo giretto per la città vecchia con il suo acciottolato sfidacaviglie e ritorno all’isoletta. Ci svegliamo la mattina della domenica cercando di dare un senso al peso in valigia di tutta la nostra attrezzatura da jogging e quindi ci facciamo la nostra corsetta mattiniera tra le barche ormeggiate e gli alberi dagli splendidi colori autunnali. Dopo una solida colazione (runtastic mi ha detto che per 5 km ho consumato 304 calorie, ma secondo me si è tenuto basso…) con la barchetta andiamo sull’altra sponda a visitare, questa volta davvero, l’ABBA Museum e poi, per sfruttare sino all’ultimo secondo l’abbonamento 24 ore, in pullman al Terminal del bus per l’aeroporto. Ci aspetta il lungo viaggio a ritroso: bus, aereo e macchina sino a casa, ma tanto passiamo il tempo a guardare l’orologio e a dirci cosa stavamo facendo in questo esatto momento 23 anni fa, il giorno del nostro matrimonio. È proprio il caso di dirlo: 23 e non sentirli…😉

Lascia un commento

Archiviato in caro diario..., viaggi

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...