WE DID IT

Yes, we did it! Siamo saliti sull’aereo per il Jfk di New York nonostante tutto…. Ho controllato, il biglietto l’avevo comprato il 30 luglio, il giorno prima dell’operazione di Giorgio. Ancora non si sapeva che sarebbe stata così lunga e pericolosa e con conseguenze a lungo termine, ma in quel momento lui avrebbe acconsentito a qualunque richiesta pur di ingraziarsi gli dei, quindi mentre stavo per lasciarlo alla Cellini per tornare a casa a dormire ha ceduto: “Ok, andiamo a New York per il tuo compleanno”. Più tardi ha anche aggiunto “però che sia l’ultima volta!” Ma come, è sola la mia decima volta, sai quante me ne spettano ancora?! E così ho prenotato la nostra puntatina annuale nella (very)bigapple prima di sapere che Giorgio avrebbe avuto bisogno di cure e riposo nei mesi successivi… Ma il cardiologo ha detto sì, quindi eccoci qua, a bordo del lussuosisssssimo AZ qualcosa. Io ho rischiato di sabotarci l’altroieri, quando mi sono svegliata alle 4 di notte con un attacco di cistite fulminante, ma per fortuna avevo l’antibiotico a portata di mano (questa volta Giorgio non è nemmeno dovuto andare ad Imperia a cercare la farmacia notturna!) e quindi con la valigia carica di Ciproxin e fermenti sono allegramente partita. Giorgio è invece da 2 giorni che ha mal di stomaco, ma nemmeno questo ci ha fermato e ora lui mi sta già dormendo accanto dimostrando che le arterie nuove non hanno minimamente scalfitto la sua abitudine di addormentarsi appena appoggiate le chiappe sul sedile… e poi che sedile, vogliamo parlarne?!! Ieri mattina all’alba, mentre boccheggiavo a letto in attesa che l’antibiotico facesse effetto ho fatto il check in on line assicurandomi, alla modica cifra di 50 euro a cranio, i confort seats, cioè i sedili senza nessuno davanti dove ti puoi stravaccare a piacimento. Così appena Giorgio si è addormentato (quindi subito!) ho cominciato a studiare l’offerta del mitico airbus per farmi trascorrere piacevolmente le prossime 8 ore… quasi quasi faccio il roundtrip senza scendere!! Ci sono un’infinità di film da scegliere e cd a iosa. Ora mi faccio la playlist di brani da ascoltare e riascoltare – Giorgia e Christina Perri in pole position – mentre scelgo il film anzi I films perché ho intenzione di vederne almeno 3. Intanto Giorgino si è svegliato un attimo, giusto il tempo di seppellirsi sotto la copertina verde biliardo, ed è tornato a dormire. Neppure il tempo di offrirgli la mascherina… ma direi che non ce n’è bisogno. Nota di Giorgino: mentre io cerco di dormire la mia instancabile mogliettina multitasking scrive il post, mangia i taralli, controlla i film disponibili, beve la coca, ascolta la musica e mi infila le cuffie sulle orecchie …..

Sono così felice di essere sull’aereo per NY; ho avuto timori vari nei giorni precedenti, sono arrivata sino al punto di chiedermi se partire o meno e poi ho seguito il suggerimento della saggissima sorellina che mi ha ricordato:

la paura bussò alla porta, il coraggio andò ad aprire e vide che non c’era nessuno

ed eccoci qui, per 4 meravigliosi giorni di vacanza. New York calling!!!!!!

Annunci

5 commenti

Archiviato in 2012, caro diario..., famiglia, New York

5 risposte a “WE DID IT

  1. Alessandra

    Buon Viaggio!!! e se vuoi, puoi passare da mio fratello 🙂

  2. rbernascone

    Ok Giorgio non preoccuparti, la porto io a NYC la prossima volta ;-)))))

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...